Italy

LUIGI DI MAIO FA’ UN ESPOSTO IN PROCURA SUL SALVATAGGIO DELL’UNITA CON ACCUSE GRAVISSIME! RENZI NEI GUAI!

Il grillino s’improvvisa pm e fa un esposto in procura sul salvataggio dell'»Unità» con accuse gravissime.

Sente l’odore del sangue, il più tranquillo dei grillini. E azzanna alla giugulare Matteo Renzi con una querela di una decina di pagine sui presunti appalti facili finiti all’imprenditore Massimo Pessina dopo l’acquisto e il salvataggio del quotidiano L’Unità.

I reati individuati da Luigi Di Maio nell’esposto sono istigazione alla corruzione, corruzione internazionale, induzione indebita, turbativa della libertà degli incanti e traffico di influenze illecite. Roba da una decina di anni di carcere.
Se ne occuperà la Procura di Napoli che su Renzi (Tiziano) aveva già iniziato a indagare nell’ambito dell’inchiesta che vede coinvolto anche l’immobiliarista Alfredo Romeo, poi trasferitasi con tanto di mistero per le intercettazioni manomesse dai carabinieri per competenza territoriale nella Capitale. Analoga segnalazione è stata inviata anche all’Anac di Raffaele Cantone per la verifica della correttezza delle modalità di affidamento delle commesse pubbliche al Gruppo Pessina.
La storia, di cui si sono occupati anche i quotidiani nelle scorse settimane e, in particolare, la trasmissione Report, è una spina nel fianco dei dem tant’è che l’ex premier ha più volte bollato come fake news queste ricostruzioni. «Credo che il Pd abbia già querelato — ha detto l’ultima volta che è stato costretto a commentare — Siamo alla follia. Queste cose meritano solo la firma di una querela».
La querela, per ora, l’ha fatta il vicepresidente della Camera affidandola al suo legale di fiducia, il penalista napoletano Maurizio Lojacono. La procedura prevede che l’esposto venga affidato a un pubblico ministero che avvierà le attività istruttorie preliminari e aprirà un fascicolo. Non è escluso che, trattandosi dell’ex capo del governo, del procedimento possa occuparsi direttamente un procuratore aggiunto sotto la supervisione del procuratore reggente e di quello che sarà nominato, nelle prossime settimane, dal Consiglio superiore della magistratura. Certo è che sul caso ci sarà il massimo dell’attenzione da parte dell’ufficio inquirente partenopeo per impedire qualsiasi tipo di strumentalizzazione politica (a favore o contro).
Ci sono indizi per un’attività investigativa che vada oltre le ipotesi dei cronisti? Secondo Di Maio c’è la necessità di un rigoroso accertamento. Lo spunto iniziale sono le critiche condizioni finanziarie in cui versa il gruppo Pessina prima di rilevare il giornale fondato da Antonio Gramsci. Il fatturato della holding, dal 2014, anno del passaggio della testata, esplode e nel giro di qualche anno, l’imprenditore Massimo Pessina mette in cassa appalti per 236 milioni di euro. Il Gruppo fa affari in Kazakistan attraverso l’Eni anche se il colosso energetico ha smentito partnership locali e prova a estendersi anche in Iran dove ottiene protocolli per lo sviluppo di 5 ospedali due in fase di avanzamento in project financing.
Un altro aspetto su cui potrebbe far leva l’indagine trae spunto proprio dal filone seguito, fino a qualche tempo fa dal pm Henry John Woodcock, sugli affari e gli agganci di Alfredo Romeo dalle parti del Nazareno. Carlo Russo, l’amico di babbo Renzi, viene intercettato dai militari del Noe, mentre suggerisce all’immobiliarista di Posillipo di fare un pensierino proprio sull’Unità. «Se lei riuscisse a fare l’operazione dice Russo a quel punto s’è fatto un amico per tutta la vita…». Chi era l’amico a cui si riferiva Russo? E perché Russo, che è molto vicino a Renzi senior, fa da advisor per l’acquisto di un quotidiano che, allo stato attuale, vende poco più di 7mila copie al giorno?
FONTE: http://www.ilgiornale.it/news/politica/metodo-maio-dossier-fare-arrestare-renzi-1388168.html

Fonte

Share

+ + + NOTIZIA BOMBA + + + ASCOLTATE COSA DICE GRILLO FA TREMARE TV E GIORNALI!!

di Beppe Grillo
Tutti contro Internet. Prima Renzi, Gentiloni, Napolitano e Pitruzzella, poi il ministro della Giustizia Orlando e infine il Presidente Mattarella nel suo discorso di fine anno. Tutti puntano il dito sulle balle che girano sul web, sull’esigenza di ristabilire la verità tramite il nuovo tribunale dell’inquisizione proposto dal presidente dell’Antitrust. Così il governo decide cosa è vero e cosa è falso su internet.
E alle balle propinate ogni giorno da tv e giornali chi ci pensa? Il quotidiano La Stampa ha diffuso un articolo sulla fantomatica propaganda M5S capitanata da Beatrice Di Maio, notizia ripresa da tutti i giornali e i tg, poi si è scoperto che era tutto falso. La Stampa non ha chiesto neppure scusa e nessuna sanzione è stata applicata nei suoi confronti, nè degli altri giornali e telegiornali che hanno ripreso la bufala senza fare opportune verifiche.
Poi fresca di oggi la bufala in prima pagina del Giornale di Berlusconi: «AFFARI A 5 STELLE. Grillo vuole una banca». Una falsità totale che stravolge un fatto vero, ossia che Davide Casaleggio ha accettato di incontrare l’AD di una banca online che ha ricevuto vari premi per l’innovazione tecnologica utilizzando il web per scambiare esperienze e idee sula Rete e sulle sue possibilità, così come incontra decine di aziende innovative. Capite come lavorano i media?
I giornali e i tg sono i primi fabbricatori di notizie false nel Paese con lo scopo di far mantenere il potere a chi lo detiene. Sono le loro notizie che devono essere controllate.
Propongo non un tribunale governativo, ma una giuria popolare che determini la veridicità delle notizie pubblicate dai media. Cittadini scelti a sorte a cui vengono sottoposti gli articoli dei giornali e i servizi dei telegiornali. Se una notizia viene dichiarata falsa il direttore della testata, a capo chino, deve fare pubbliche scuse e riportare la versione corretta dandole la massima evidenza in apertura del telegiornale o in prima pagina se cartaceo. Così forse abbandoneremo il 77° posto nella classifica mondiale per la libertà di stampa.
Ps: Aspettiamo ancora le scuse del direttore de La Stampa e di tutti coloro che hanno ripreso acriticamente un articolo provato falso.

Fonte

Share

Proteste a Vienna: «Non lasciate nazisti governare»

Proteste a Vienna:

Migliaia di persone sono scese in strada per manifestare contro la coalizione di governo che include l’estrema destra…
ALTRE INFORMAZIONI : http://it.euronews.com/2018/01/13/proteste-a-vienna-non-lasciate-nazisti-governare-

euronews: il canale di informazione più seguito in Europa.
Abbonati ! http://www.youtube.com/subscription_center?add_user=euronewsit

euronews è disponibile in 13 lingue: https://www.youtube.com/user/euronewsnetwork/channels

In italiano:
Sito web: http://it.euronews.com/
Facebook: https://www.facebook.com/euronews
Twitter: http://twitter.com/euronewsit

Fonte

Share

Truffa all’Inps da 130mila euro: incassa la pensione della madre morta

Continuava a percepire illecitamente la pensione dell’anziana madre di cui non aveva mai comunicato il decesso, avvenuto nel 2010. Ritirava ogni mese 2mila euro e in tutto ha incassato 135mila euro. La protagonista dell’ennesima truffa all’Inps è una donna di 60 anni di Ardea, in provincia di Roma. E’ stata coperta dai finanzieri del Comando Provinciale della Capitale che hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal Tribunale di Velletri.

 Dalle indagini condotte dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Pomezia, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Velletri, avviate a seguito di una segnalazione dell’Inps, è emerso che la donna non destava sospetti perché utilizzava la delega per l’incasso depositata presso un ufficio postale di Ardea. 

I successivi approfondimenti  hanno permesso poi di ricostruire il patrimonio personale dell’indagata, comprese le disponibilità di denaro sui conti correnti personali. La Procura di Velletri ha così chiesto e ottenuto il provvedimento di sequestro delle somme contenute sui conti correnti, nonché di un immobile ad Ardea, per un valore corrispondente agli importi illecitamente percepiti.

Fonte

Share

Presidenziali Repubblica Ceca: sarà ballottaggio

Presidenziali Repubblica Ceca: sarà ballottaggio

Il capo dello stato uscente Milos Zeman ha ottenuto il 38,77% dei voti, lo scienziato Jiri Drahos il 26,50% …
ALTRE INFORMAZIONI : http://it.euronews.com/2018/01/13/presidenziali-repubblica-ceca-probabile-ballottaggio

euronews: il canale di informazione più seguito in Europa.
Abbonati ! http://www.youtube.com/subscription_center?add_user=euronewsit

euronews è disponibile in 13 lingue: https://www.youtube.com/user/euronewsnetwork/channels

In italiano:
Sito web: http://it.euronews.com/
Facebook: https://www.facebook.com/euronews
Twitter: http://twitter.com/euronewsit

Fonte

Share

Prova a truffare un anziano ma il pensionato lo fa arrestare

Lo aveva già truffato una volta, alcuni anni prima, facendogli comprare per 1.400 degli «apparecchi per ridurre i consumi di elettricità» in realtà privi di qualsiasi efficacia. Il 41enne si è ripresentato nel pomeriggio di giovedì a casa del pensionato, un 73enne di Soiano in provincia di Brescia. La nuova proposta? Il truffatore ha offerto un «cospicuo rimborso» sulla somma precedente previo pagamento di 240 euro.

L’anziano, questa volta, non ci è cascato. Ha chiamato il 112 e Carabinieri e Polizia Locale sono intervenuti arrestando il soggetto, già noto per i suoi trascorsi. E’ stato giudicato per direttissima con relativa convalida dell’arresto e richiesta dei termini a difesa.

Fonte

Share

Il viaggio difficile di Papa Francesco in Cile e Perù

Il viaggio difficile di Papa Francesco in Cile e Perù

Un viaggio non semplice quello in Cile e Perù, ma forse proprio per questo fortemente voluto da Papa Francesco. Difficile perchè anticipato, nelle ultime ore da attacchi contro chiese cattoliche e da due statue raffiguranti il Cristo date alle fiamme. …
ALTRE INFORMAZIONI : http://it.euronews.com/2018/01/13/il-viaggio-difficile-di-papa-francesco-in-cile-e-peru

euronews: il canale di informazione più seguito in Europa.
Abbonati ! http://www.youtube.com/subscription_center?add_user=euronewsit

euronews è disponibile in 13 lingue: https://www.youtube.com/user/euronewsnetwork/channels

In italiano:
Sito web: http://it.euronews.com/
Facebook: https://www.facebook.com/euronews
Twitter: http://twitter.com/euronewsit

Fonte

Share

omicidio crotone ok

omicidio crotone ok

Descrizione

Fonte

Share

PAZZESCO ATTO GRAVISSIMO E’ STATO CANCELLATO TUTTO IN GRAN SEGRETO! MASSIMA DIFFUSIONE!

Cancellato tutto, in gran segreto, con un colpo di spugna. «All’articolo 211 del decreto legislativo del 18 aprile 2016, n. 50, sono apportate le seguenti modificazioni: al comma 1, primo periodo, dopo le parole esprime parere sono inserite le seguenti: previo contraddittorio. Il comma 2 è abrogato«. Ad essere soppresso durante l’ultimo Consiglio dei ministri è un fondamentale comma del nuovo codice degli appalti, una legge delega di un anno fa che affida un importante ruolo all’Anticorruzione (Anac) di Raffaele Cantone.
Una mossa quella del governo Gentiloni, riporta Huffingtonpost.itche di fatto scavalca la volontà del parlamento. Sono furiosi i senatori Stefano Esposito e Raffaella Mariani: «Questa soppressione è un atto grave e chi l’ha compiuto deve assumersene la responsabilità. Siamo di fronte a una violazione del rapporto tra Parlamento e governo, con l’abrogazione di uno strumento innovativo, l’articolo 2 appunto, voluto dal Parlamento. Uno strumento fortemente innovativo, col conferimento all’Anac di poteri sostanziali. Chiediamo al presidente Paolo Gentiloni e al ministro Delrio che venga posto rimedio a questo blitz che qualcuno a compiuto».
Al momento non si capisce che sia il responsabile di questa soppressione. Solo una leggerezza? Il Movimento cinque stelle non ci sta, Andrea Cioffi, capogruppo grillino in commissione lavori pubblici, attacca: «L’abrogazione di quella norma, per l’ennesima volta, dimostra come il governo non voglia effettivamente combattere la corruzione. Il ministro Delrio è totalmente responsabile dell’accaduto. Domando: si depotenzia l’Anac per tutelare chi? La burocrazia che deve gestire gli appalti? Le imprese che vi partecipano? L’effetto è chiaro: va tutto nelle mani della magistratura ordinaria che con la sua lentezza alimenta quell’inefficienza del sistema, nella quale si perpetua il contesto che favorisce pratiche di corruzione«.

Fonte

Share

A Verissimo Nadia Toffa: Tutta la Verità e quando la rivedremo in tv!

A Verissimo Nadia Toffa: Tutta la Verità e quando la rivedremo in tv!

Nadia Toffa torna in televisione dopo il malore di cui è stata vittima.
╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮
★ISCRIVITI AL CANALE per non perdere le prossime News! http://www.youtube.com/c/LeNewsCheVuoiTu
╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮
MI TROVI ANCHE SU:
★FACEBOOK: https://www.facebook.com/LeNewsCheVuoiTu/
★TWITTER: https://twitter.com/LeNewsCheVuoiTu
★INSTAGRAM: https://www.instagram.com/lenewschevuoitu/╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮╰☆╮
LE MIE PLAYLIST:
★AMICI 16-17: https://www.youtube.com/playlist?list=PLw6lWbqKqRq400VlzDfA7ie1QhFBTU1tu
★LITI IN TV: https://www.youtube.com/playlist?list=PLw6lWbqKqRq4MNzT092Dw4woDPCknBydw
★UOMINI E DONNE: https://www.youtube.com/playlist?list=PLw6lWbqKqRq76bkftdnhk5Q-hA99B5ewN
★TEMPTATION ISLAND 2017: https://www.youtube.com/playlist?list=PLw6lWbqKqRq7-QLBUOaxYTs8MOJarvRrF
★VIDEO AUGURI PER OGNI OCCASIONE: https://www.youtube.com/playlist?list=PLw6lWbqKqRq4dJVnSvO5Lu9Hz94XROWRt
★SPORT E CALCIO: https://www.youtube.com/playlist?list=PLw6lWbqKqRq5tuj9IVg-VsLd961l4_SCg

Fonte

Share

Il sindaco di Londra contestato da sostenitori di Trump

Il sindaco di Londra contestato da sostenitori di Trump

Il gruppo, che si fa chiamare White Pendragons, ha interrotto un discorso di Khan alla Fabian Society con slogan in favore della Brexit e del presidente Usa…
ALTRE INFORMAZIONI : http://it.euronews.com/2018/01/13/il-sindaco-di-londra-contestato-da-sostenitori-di-trump

euronews: il canale di informazione più seguito in Europa.
Abbonati ! http://www.youtube.com/subscription_center?add_user=euronewsit

euronews è disponibile in 13 lingue: https://www.youtube.com/user/euronewsnetwork/channels

In italiano:
Sito web: http://it.euronews.com/
Facebook: https://www.facebook.com/euronews
Twitter: http://twitter.com/euronewsit

Fonte

Share
Страница 1 из 13312345...102030...Последняя »

© 2014-2018 ПолитВести
Все права на материалы,
размещенные на сайте ПолитВести,
защищены и охраняются законом.

При полном или частичном
использовании аналитики, интервью
или новостей сайта ПолитВести активная
гиперссылка на главную страницу
politvesti.com обязательна.

Мнение редакции не всегда
совпадает с мнением авторов.
Заметили ошибку в тексте?
Отправьте замечания редактору.

© 2018 Программирование и дизайн: ПолитВести
Использование иллюстраций
возможно только с письменного согласия редакции.


Яндекс.Метрика Рейтинг@Mail.ru